Fondazione Luigi Bon
Torna

La lunga notte delle Pievi in Carnia

02 / 09
Domenica 2 Settembre 2018

ORE 10.30 PIEVE DI S. STEFANO – CESCLANS 

Messa K. 220 di Mozart ORCHESTRA GIOVANILE FILARMONICI FRIULANI CORO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

ORE 17.00 PIEVE DI S. MARIA OLTREBUT – CANEVA DI TOLMEZZO 

Dall’Antico al Contemporaneo

GRUPPO VOCALE IN CONTRÀ Prodotti agroalimentari Salumi Molinari & Zahre Beer

ORE 19.00 PIEVE DI S. MARTINO – SOCCHIEVE

Les sept paroles de notre seigneur Jesus-Christ sur la croix

CORO POLIFONICO S. ANTONIO ABATE DI CORDENONS

Prodotti agroalimentari Malga Meleit & Azienda Agricola Pecol

ORE 20.45 PIEVE DI S. FLORIANO – ILLEGIO 

Da Mendelssohn a Pärt, via Rachmaninov 

CORO HRAST DI DOBERDÒ DEL LAGO

Tra cori, panorami e sapori: La lunga notte delle Pievi in Carnia unisce concretamente panorami naturalistici, le più antiche testimonianze di architettura religiosa di montagna e le varietà della cultura gastronomica locale, il tutto attraverso la musica corale. La seguita manifestazione, giunta alla sua quarta edizione e nata nella volontà di incentivare il turismo religioso attraverso Il Cammino delle Pievi, in sinergia con produttori locali nella condivisione di meravigliosi patrimoni uniti nella musica vocale, non tradisce neanche quest’anno la sua originaria vocazione. Per cui, da mattina a sera inoltrata, nei primi due giorni di settembre, spiritualità, arte, natura, musica e pietanze tipiche, coniugheranno i sensi dei visitatori nella sacralità dei luoghi, nei paesaggi, nei suoni e nei sapori della Carnia. Il programma prevede l’esibizione di varie formazioni corali, una per ogni pieve, per un totale di dieci concerti complessivi di quaranta minuti ciascuno. Cori maschili, femminili e misti, per repertori sacri di differenti epoche, dall’antica alla contemporanea. Ogni pieve ospiterà un coro e un repertorio, con a seguire nei giardini o nelle immediate vicinanze, un piccolo ristoro offerto con delizie ogni volta differenti, preparate sempre da mani esperte del territorio. Rivive così la rusticitas antica attraverso il canto, per riscoprire il sentire, il vedere e il gustare di un tempo, toccando con l’anima un’esperienza religiosa, spirituale, artistica e umana.

 

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305