Fondazione Luigi Bon
Torna

Duo Nedelkovska & Kostova

Raveo
Chiesa di San Floriano
09 / 08
Sabato 9 Agosto 2014 - Ore 20:45

Gordana Josifova Nedelkovska
oboe

Nina Kostova
pianoforte
 

Gordana Josifova Nedelkovska, oboista diplomatasi alla Facoltà di musica di Skopie, si è perfezionata all’Accademia Mozart di Varsavia e ha terminato i suoi studi al Banff, Centro per la musica e il suono, in Canada. Vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali, attualmente insegna oboe e musica da camera alla Facoltà di musica di Skopie e dal 2009 è preside di facoltà. In veste di solista si è esibita con molte grandi orchestre, tra cui l’Orchestra Sinfonica della Cappella Nazionale di S. Pietroburgo, l’Orchestra da camera “Musica Viva”, la Filarmonica Servantes, la Kimy Sinfonietta, la Filarmonica Villah, la Moravian Philharmonics orchestra, la Tallin Sinfonietta, l’Orchestra Sinfonica di Roma, l’Orchestra Sinfonica di Belgrado, l’Orchestra I Solisti di Sofia, l’Orchestra Filarmonica della Macedonia, l’Orchestra di Avignone e l’Orchestra da camera di Porto Alegre. Ha tenuto recitals in Canada, USA, Brasile Estonia, Paesi Bassi, Francia, Belgio, Spagna, Portogallo, Polonia, Italia, Germania, Repubblica Ceca, Russia, Ucraina, Finlandia, Turchia, Grecia, Croazia, Slovenia, Bosnia - Herzegovina, Serbia, Montenegro e Macedonia e ogni volta è solita suonare alla fine una composizione di un autore macedone.

 

Nina Kostova, pianista, ha iniziato i suoi studi con Ljudmila Romanova, diplomandosi con lode con il Prof. B. A. Romanov all’Accademia musicale di Skopie. È risultata vincitrice in numerose competizioni internazionali, in Macedonia, a Senigallia in Italia e Andorra. Si è esibita in Francia, Italia, Inghilterra, Turchia, Bulgaria, Serbia e ha suonato in qualità di solista con le orchestra da camera “Moscovia” e “Sv. Gjorgie” al Ohrid Summer Festival e con l’Orchestra Filarmonica della Macedonia e l’Orchestra Filarmonica di Plovdiv. Insegna pianoforte all’Accademia di Musica di Skopie.

Chiesa di San Floriano

Completamente circondato da boschi, Raveo non presenta testimonianze storiche precedenti al XIV secolo. Il territorio è stato oggetto di insediamenti fin dall’epoca preromana, come hanno dimostrato i recenti scavi archeologici sul Monte Sorantri che hanno evidenziato l’esistenza di un villaggio celtico. Inserito nell’ambito del Parco delle Colline Carniche, presenta una rete di percorsi che toccano luoghi naturalistici ed aree storiche. Raveo è caratterizzato dalla presenza di numerose botteghe artigiane ed è conosciuto per i biscotti tipici. Costruita su progetto dell’architetto Domenico Schiavi, la chiesa di San Floriano conserva all’interno dipinti del pittore locale Antonio Taddio e dei F.lli Filipponi di Udine, oltre a statue in legno del XVIII secolo di pregevole fattura.

 

SANTUARIO DELLA MADONNA DEL MONTE CASTELLANO

Si colloca lungo un antico percorso che portava ai luoghi della fienagione in Valide, Luvieis e Pani, luoghi di sosta privilegiata per la preghiera. Il santuario si connotava come luogo di devozione extralocale, in quanto meta di pellegrinaggi per le vicissitudini miracolose del luogo.

 

fotografia di Ulderica Da Pozzo

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305