Fondazione Luigi Bon
Torna

Chen Guang

Cercivento
Cjase da int
13 / 08
Mercoledì 13 Agosto 2014 - Ore 20:45

Chen Guang
pianoforte
 

Vincitore di numerosi premi in concorsi internazionali, Chen Guang è nato nell’Ottobre 1994 in Cina nella provincia di Hubei. Unisce alle straordinarie doti tecniche una profonda e matura sensibilità musicale e un eccezionale carisma sul palcoscenico. Paul Badura Skoda (figura di spicco tra i pianisti viventi), riferendosi a Chen Guan, dice: “He is a pianist of outstanding talent, with a fine musical sense and extraordinary technical capacity. In my opinion he will be able to continue the tradition of our great music.” Si è già esibito in importanti città e festival europei, americani e asiatici, Shanghai Oriental Center, Xinghai Concert Hall, Shenzen e Beijing Concert hall, Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Teatro Verdi di Firenze e di Pisa, Teatro del Fuoco di Foggia, Teatro Goldoni di Livorno, Kawai Concert hall in Germania, Palau de la Musica di Barcellona, Lincoln Center in New York. In Italia ha suonato come solista con l’Orchestra Regionale Toscana, diretta da Daniel Kawka, la Philharmonic Orchestra di Bacau, oltre a numerose formazioni in Cina. Nel 2013 ha aperto la prestigiosa stagione della Fondazione La Società dei Concerti di Milano con un recital che gli è valso un’immediata nuova scrittura. Chen Guang ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di quattro anni con suo padre; successivamente è stato allievo di Zhao Pingguo al Conservatorio Centrale di Pechino e nel 2012 ha ottenuto il Pre-College Diploma alla prestigiosa Julliard School di New York nella classe di Matti Raekallio. Dal 2009 studia con la pianista italiana Enrica Ciccarelli ed è stato ammesso anche all’Accademia Internazionale Pianistica di Imola dove segue le lezioni di Vovka Ashkenazy. Ha seguito numerose masterclass con Armen Babakhanian, Anna Malikova, Anton Kuerti, Jerome Rowenthal, Paul Badura-Skoda. Chen Guang vive ora in Italia ed è sostenuto dalla “Libera Associazione Brenna Tosatto”.

Cjase da int

Sorge tra la Valcalda e la Valle del But, dove circola il vento, curcum ventum come recita il latino popolare. Il paese accoglie le abitazioni tra le più belle e antiche della Carnia, come le case Citars (1577), Tiridin (1634), Morassi (1690), Vezzi e Pitt. Tra i luoghi d’interesse più frequentati, la Pieve di San Martino, le cui prime notizie scritte risalgono al primo Trecento.

 

UNA BIBBIA A CIELO APERTO

Tre percorsi biblici a tema (10 momenti fondamentali della storia della salvezza, la via di Maria, la via della Misericordia) e tre opere (il Giudizio Universale, il Buon Samaritano e la Trasfigurazione) realizzate in mosaico, fotoceramica e dipinti ed esposte sulle pareti di case private ed edifici pubblici. La Sacra Scrittura diviene percorso culturale e di riflessione spirituale, valorizzando le bellezze architettoniche di questo piccolo borgo di montagna.

 

1/08 VISITA

Ore 19.45 una guida illustrerà alcune tappe dei percorsi. Ritrovo a Cjase da Int.

 

fotografia di Ulderica Da Pozzo

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305