Fondazione Luigi Bon
Torna

Chiara Nicora, Ferdinando Baroffio pianoforte a 4 mani Silvia Sartorio voce recitante

Ravascletto
Chiesa di San Matteo
03 / 08
Lunedì 3 Agosto 2015 - Ore 20:45

pianoforte a 4 mani

Silvia Sartorio
voce recitante
 

Attraverso le loro lettere e il diario di matrimonio, Fanny Mendelsshon e Clara Schumann raccontano la loro storia di donne, pianiste e compositrici, in un rapporto complicato e affascinante con il mondo circostante e le figure maschili a cui sono legate, Felix Mendelsshon e Robert Schumann.

 

Chiara Nicora si diploma in pianoforte e clavicembalo, successivamente studia con S. Perticaroli, A. Lonquich, L. Romanini e M. Mika e frequenta corsi e seminari di fortepiano, cembalo e musica da camera. Svolge attività concertistica sia come pianista che come cembalista collaborando con vari gruppi e orchestre da camera. Ha suonato in varie città italiane ed estere in qualità di solista (I Pomeriggi Musicali, Orchestra Verdi).

 

Ferdinando Baroffio si diploma, sotto la guida di L. Bodini Mazza, al Conservatorio "G. Verdi" di Milano. Classificato ai primi posti in numerosi concorsi nazionali ed internazionali svolge attività concertistica in Italia e all'estero suonando, sia come solista che in formazioni cameristiche. Ha preso parte all’integrale delle sonate di Prokofie’v alle Settimane Musicali di Stresa e di recente ha eseguito nella sala “G.Verdi” del Conservatorio di Milano la Fantasia-Corale op.80 di L. van Beethoven, pubblicato su CD.

 

Silvia Sartorio, si laurea in Lettere Moderne, nel 1990 consegue il diploma di attrice presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Nel 1990 debutta con il Teatro dell’Elfo e lavora in seguito in vari teatri tra i quali il Piccolo Teatro di Milano con G. Streheler, il Franco Parenti, il Teatro Filodrammatici, il Teatro Scientifico di Verona. È diretta da registi quali E. De Capitani, M. Castri...

Chiesa di San Matteo

Ravascletto è uno dei maggiori poli turistici estivi e invernali della Regione FVG, grazie alla bellezza dell’ambiente circostante e alle piste da sci del Monte Zoncolan. Vanta anche la nomina di “Borgo Autentico d’Italia”, grazie alle sue splendide borgate, che hanno mantenuto intatti esempi di architettura carnica. Case e fienili, stavoli e chiese che racchiudono tesori di inestimabile valore, nelle frazioni di Salârs e Zovello, nelle borgate Stalis e Som la Vila. Un luogo ideale per avvicinarsi al mondo dell’artigianato e delle tradizioni locali, dello sport e alla cura del benessere.

 

PANORAMICA DELLE VETTE

Una strada di oltre 30 km che raggiunge i 2000 m, per un percorso che regala un panorama d’incomparabile bellezza sul gruppo del Monte Coglians.

 

18/08 FIESTA TAS CORTS SAVORS DI UNA VOLTA

A far da regina a questa Festa nei cortili è proprio la gastronomia, grazie alla disponibilità delle donne del paese che aprono per l’occasione le loro case e offrono ai visitatori antichi piatti e specialità culinarie della cucina carnica.

 

fotografia di Ulderica Da Pozzo

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305