Fondazione Luigi Bon
Torna

Humoresque

Lauco
Chiesa di Tutti i Santi
30 / 08
Sabato 30 Agosto 2008 - Ore 20:45
Francesco Cerrato
Violino

Stefano Cerrato
Violoncello

Il duo dei fratelli Cerrato ha vinto il primo premio assoluto al “VIII Concorso Internazionale di interpretazione musicale Città di Racconigi”, il primo premio con menzione d’onore al “Concorso Internazionale Marco Fiorindo '03” di Nichelino (To) e il secondo premio al “Concorso Contessa Orsi Anguissola Scotti '04”. FRANCESCO CERRATO in duo con la pianista Elena Enrico ha tenuto recital in molteplici festivals nazionali ed internazionalie si è esibito come solista in Italia e all’estero. Interessato alla composizione ha scritto e scrive brani e arrangiamenti per formazioni cameristiche, orchestra e coro eseguiti nella stagione 2001/02 dell’Unione Musicale di Torino e di Ivrea. Negli ultimi anni ha vinto premi e riconoscimenti nei concorsi: “Giovani concertisti” di Roma, “Valsesia - Musica”, “Concorso Internazionale A. Postacchini” di Fermo, “25° Concorso Nazionale Biennale di violino città di Vittorio Veneto”, “American International League” di Firenze, borsa di studio “Walter Boccaccini edizione ‘04”. STEFANO CERRATO ha iniziato giovanissimo ad esibirsi sia in recital con il pianoforte che in gruppi da camera partecipando a numerose manifestazioni televisive per RAI e Fininvest e, come giovane talento, ai concerti solistici della Suzuki World Convention di Dublino ('95) e di Matsumoto in Giappone ('99). Nel '97 ha vinto nella categoria A il primo premio alla “Rassegna internazionale violoncellisti studenti” di Vittorio Veneto e, nello stesso anno, il premio “Piccoli Mozart”. Negli ultimi anni ha ricevuto il primo premio con menzione alla “Rassegna internazionale violoncellisti studenti” di Vittorio Veneto nella categoria B. Ha suonato in qualità di solista con l’Orchestra Giovanile Italiana, con l’Orchestra Galilei di Firenze e con l’orchestra I musici di Parma. Ha partecipato a “The 5th International Tchaikovsky Competition for Young Musicians '04 Kurashiki Japan”, ricevendo dalla giuria il Diploma speciale di merito. Ha vinto inoltre lo “Yamaha scholarship award '04” ed ha ricevuto la borsa di studio “De Sono – Praemium Imperiale Grant for Young Artists”.

Chiesa di Tutti i Santi

Probabilmente il nome di Lauco deriva dal latino “locus” e le prime notizie storiche risalgono al 914.

Il borgo più tipico del paese è Borgo Cavocjarie. Molto caratteristiche sono inoltre la Casa di Elena Cimenti, che richiama le architetture di un tempo e la Chiesa Parrocchiale di Tutti i Santi, costruita a partire dal ‘700. A Trava meritano di essere visti la cinquecentesca Chiesa del Santo Nome di Maria e Palazzo Beorchia, del Settecento, tipico esempio di architettura carnica a loggiati.

Da visitare il Santuario della Madonna di Trava uno dei più piccoli, ma più suggestivi, del Friuli.

Fra le molte passeggiate possibili, una delle più interessanti è quella che porta alle Tombe dei Pàgans, tre antiche tombe, probabilmente del VI‑VII secolo d.C., scavate nella roccia e localizzate nella località di Chiauians.

Sull’altopiano di Lauco sono presenti tre piste per lo sci di fondo e per gli amanti della natura sono a disposizione tracciati di interesse paesaggistico per mountain bike e trekking.

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305