Fondazione Luigi Bon
Torna

Omaggio a Giorgio Ferigo

Comeglians
Sala l’Alpina
08 / 08
Sabato 8 Agosto 2009 - Ore 20:45

Riccardo Maranzana
Voce recitante
Daniele Zanettovich
Direttore
Daniela Brussolo
Flauto
Cristina Monticoli
Oboe
Piero Ricobello
Clarinetto
Dario Braidotti
Fagotto
Davide Liani
Corno
Nicola Mansutti
Violino I
Lucia Clonfero
Violino II
Elena Allegretto
Viola
Massimo Favento
Violoncello
 

MIKROKOSMOS-INSIEME STRUMENTALE ITALIANO nasce nel 1989 iniziando un percorso artistico che in breve lo porta ad affermarsi sia in regione che a livello nazionale; il suo curriculum registra una ricca attività di concerti, collaborazioni artistiche con importanti Enti e Fondazioni e numerose incisioni discografiche. Mikrokosmos si avvale della collaborazione di affermati professionisti che svolgono la loro attività nelle maggiori istituzioni musicali italiane proponendo un repertorio che spazia dall’epoca del Barocco ai giorni nostri. L’organico del gruppo si contraddistingue per la varietà delle combinazioni strumentali che permettono di assecondare le diverse esigenze del repertorio, proponendo formazioni che possono raggiungere anche le dimensioni di un’orchestra. Fin dalla sua fondazione Mikrokosmos si è sempre impegnato a diffondere la cultura musicale nella nostra regione attraverso una capillare attività in decentramento.

 

RICCARDO MARANZANA, diplomato alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova nel 1988, nel 1989, in occasione del Premio Montegrotto/Europa per il teatro, vince il “Premio alla Vocazione”, riservato agli attori triveneti. Ha lavorato nelle maggiori produzioni del Teatro Stabile di Genova, Trieste, Bologna, Parma, Milano. Dal 1996 al 2001, é attore protagonista presso il Teatro Dell’Archivolto di Genova collaborando anche con la compagnia di danza Arbalete in residenza nello stesso teatro. Recita inoltre in spettacoli scritti e diretti insieme a Fabio Alessandrini.

Sala l’Alpina

Comeglians è uno dei borghi autentici d’Italia. Per molti anni, grazie alla sua posizione strategica alla confluenza di tre valli, fu un centro importante per la raccolta e la distribuzione del legname. Nelle borgate del paese ci sono alcuni palazzi storici come Cjasa Botêr e Palazzo De Gleria. Situata su uno sperone roccioso è la Pieve di San Giorgio (XIV secolo), al suo interno custodisce preziosi mobili in legno e arazzi di origine tedesca. È raggiungibile da Comeglians tramite un sentiero che si inerpica nel bosco. Invece dalla frazione di Tualis parte una suggestiva strada che risale il Monte Crostis. È la Panoramica delle Vette, un itinerario molto apprezzato dagli appassionati di ciclismo che raggiunge quota 1900 m. regalando una vista mozzafato sulle montagne circostanti.

 

CJASA BOTêR E PALAZZO DE GLERIA

Sono tra le bellezze architettoniche del territorio di Comeglians. La prima risale al 1579, ora luogo d’incontri culturali ed esposizioni e sede dell’archivio Giorgio Ferigo, consultabile su richiesta all’associazione omonima. La seconda è l’unica struttura carnica catalogata come Villa Veneta.

 

fotografia di Ulderica Da Pozzo

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305