Fondazione Luigi Bon
Torna

Orchestra Giovanile “Zinaida Gilels”

Prato Carnico
Chiesa Parrocchiale S. Canciano Martire
18 / 07
Domenica 18 Luglio 2010 - Ore 20:45
Chiara Isotton
Soprano

J. Facchini
Alto

RAFFAELE GIORDANI
Tenore

G. Buonsanti
Basso

SOLI E CORO DELLA SCHOLA CANTORUM DI S. GIUSTINA


Daphn&Nsemble
(su strumenti originali)

FABRIZIO DA ROS
Violoncello e Direzione

L’”ORCHESTRA GIOVANILE ZINAIDA GILELS” nasce come diretta emanazione dell’omonima “Accademia violinistica e di musica d'insieme”, la quale si propone di creare un laboratorio musicale rivolto ai giovanissimi talenti, per l'apprendimento e l'approfondimento delle tecniche strumentali e musicali nell'ambito del violino, della musica da camera e di quella orchestrale, avvalendosi di insegnanti preparati a fornire il miglior apporto tecnico e musicale. L’Orchestra giovanile può vantare, all’interno del suo organico, la presenza di diversi vincitori di concorsi violinistici nazionali e internazionali. Nonostante la recentissima costituzione ha già al suo attivo diversi concerti nel Friuli Venezia Giulia, in Veneto ed è stata invitata a partecipare al Festival Assisi nel Mondo. PAOLO TAGLIAMENTO inizia a studiare violino all’età di 7 anni presso la Scuola di musica “Carlo Battel” di Rua di S. Pietro di Feletto con il M° Angelo Lovat dal 2006 segue i corsi di perfezionamento Masterclass Internazionali presso la Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro sotto la guida costante della M.a Caterina Carlini.Si classifica al 2° posto al concorso Carlo Mosso di Alessandria nella categoria giovani concertisti, e al 1° posto nella sua categoria al concorso internazionale di violino e musica da camera Città di Pieve di Soligo. Nel 2008 frequenta il Masterclass di violino presso l’Accademia Violinistica Europea diretta dal M° Pavel Vernikov nello stesso anno vince il primo premio assoluto e Premio “P.Spincich” al 4° International Music Competition indetto dall’Accademia di musica Ars Nova Trieste. LAURA BORTOLOTTO è nata il 14 maggio 1995; dall’età di quattro anni è seguita nello studio del violino dal maestro Domenico Mason Nel 2004 ha ottenuto il primo premio ex aequo nel concorso internazionale dell’Adriatico ad Ancona, al concorso nazionale per violino “B.Padovano” a Senigallia e alla rassegna musicale giovanile Città di Cortemilia. Nell' anno 2005 ha ottenuto il primo premio assoluto e il premio Ovidiu Badila al Concorso internazionale di Trieste 2005. Nell'anno 2006 si è classificata al primo posto al VI Concorso Nazionale per giovani musicisti di Occhiobello; si è classificata al secondo posto alla Rassegna Nazionale d'Archi di Vittorio Veneto per la sezione A. Nell'anno 2007 ha vinto il primo premio e il premio Simeoni alla seconda edizione del concorso internazionale per giovani violinisti dagli 8 ai 12 anni "Il Piccolo Violino Magico".Nel settembre 2007 ha partecipato come solista ad un concerto che si è tenuto a Berlino, con la Deutsche Kammerorchester Berlin. Ha ricevuto il primo premio al XXVI Concorso Europeo Marcosig di Gorizia. DOMENICO MASON si è diplomato brillantemente in violino presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Ha seguito i corsi di musica da camera presso la Fondazione Musicale “S.Cecilia” di Portogruaro, dove si è perfezionato con i maestri Vernikov, Carlini, Berinskaja e Volochine, e con il M.o Fuks presso l’Indiana University di Bloomington. Ha collaborato con le Orchestre di Belluno, Udine, Castelfranco, gli Archi di Firenze, l’Orchestra di Venezia, l’Orchestra del Teatro Lirico G.Verdi di Trieste con le quali ha tenuto numerosi concerti in Italia e all’estero. Ha all’attivo concerti di musica da camera come membro del “Trio Corelli”, e suona regolarmente anche la viola in numerosi complessi orchestrali e cameristici.

Chiesa Parrocchiale S. Canciano Martire

La prima pietra venne benedetta il 5 maggio 1858. Di particolare pregio l’altare dei Santi Cancio, Canciano e Cancianilla, titolari della chiesa. È detto anche “Altare della Nascita” perché la predella al centro accoglie una graziosa Natività. Un bell’esempio di scultura lignea settecentesca è rappresentato dall’altare della Beata Vergine, opera attribuita a Eugenio Mangani da Pieve di Cadore nel 1723. La statua della Madonna del rosario, collocata nella nicchia, è del Pizzini (fine 1800).

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305