Fondazione Luigi Bon
Torna

Sperare altrove

Malborghetto-Valbruna
Palazzo Veneziano
18 / 08
Domenica 18 Agosto 2013 - Ore 20:45

Sara Modigliani voce
Felice zaccheo chitarra
Alessandra Kersevan e Alessio Velliscig del Canzoniere di Aiello

 

Una panoramica di canti popolari italiani sul tema dell'emigrazione "per non dimenticare”

Una panoramica di canti popolari italiani sul tema dell’emigrazione “per non dimenticare” SARA MODIGLIANI nel 1972 inizia l’attività di studio della musica contadina e popolare italiana, ed in particolare del Lazio, collaborando con esperti etnomusicologi dell’Università di Roma, e con personalità del mondo musicale e culturale come Giovanna Marini, Diego Carpitella, Alessandro Portelli. Grazie a questa attività acquisisce esperienza nelle tecniche di canto contadino e dei “modi” della tradizione musicale a trasmissione orale. A quegli anni risale la fondazione, insieme ad altri musicisti, del gruppo il “Canzoniere del Lazio”, che è stato all’avanguardia nella diffusione e rielaborazione della musica folk del Lazio, con spettacoli e concerti di rilevanza nazionale.

 

FELICE ZACCHEO è uno tra i migliori mandolinisti e chitarristi nel panorama attuale della musica per corde e a plettro. Eclettico studioso, suona anche la chitarra portoghese e altri strumenti popolari. Nel campo della musica classica fa parte dell’ “Ensemble Mereuer” una formazione nata con l’intento di proporre ad un più vasto pubblico il repertorio dedicato agli strumenti a plettro. Il gruppo propone un repertorio che va dal classicissimo ‘700 ai giorni nostri, senza dimenticare quello più tradizionale, il napoletano, puntando l’attenzione su originali trascrizioni e arrangiamenti che, inaspettatamente risultano adatti a questa timbrica. Felice Zaccheo negli ultimi anni si è dedicato con passione all’accompagnamento della musica popolare, in particolare del centro-Italia e del sud. Suona anche la chitarra elettrica in formazioni di musica folk-rock nordamericana.

Palazzo Veneziano

Malborghetto-Valbruna è una località montana situata a poca distanza dagli impianti sciistici di Tarvisio. È un ottimo punto di partenza per escursioni, trekking, camminate e ciaspolate. Tra i luoghi culturali di maggiore interesse si ricorda il cinquecentesco Palazzo Veneziano che ospita il Museo Etnografico, dove storia, peculiarità ambientali e tradizioni del territorio, vengono raccontati in un ricco percorso accuratamente allestito. Di fronte al palazzo è ubicata la chiesa della Visitazione di Maria e Sant’Antonio risalente al XIII secolo. Divenne parrocchia nel 1484 per volontà del vescovo di Bamberga, allo scopo di riunire tutti i borghi di etnia tedesca in un’unica cappellania. L’attuale costruzione risale probabilmente al 1560 circa, ma ha subito diversi rimaneggiamenti e restauri successivi.

 

Fotografia di Ulderica Da Pozzo

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo AIAM ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park Wolf Sauris
Secab Comunità della Montagna della Carnia BIM Prontoauto Goccia di Carnia
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305