Fondazione Luigi Bon
Torna

Pieve di San Giorgio Martire

Comeglians

Annoverata tra le chiese più antiche della Carnia, sorge su una rupe che in epoca romana era presumibilmente fortificata. Fu edificata verso il XIV secolo, anche se la forma attuale della chiesa risale alla ristrutturazione del 1740, per venire poi consacrata nel 1748. Nella facciata ci sono le statue in pietra di San Giorgio che combatte il drago e di S. Margherita.

L’interno della chiesa di San Giorgio conserva dipinti settecenteschi ed un’ara sepolcrale romana databile I sec. d.C. Essa presenta un’epigrafe su una facciata e sulle altre due le figure dei coniugi Lucio Vurzui Albino con toga e sua moglie Ammonia che siede filando la lana vestita da una lunga tunica come usavano le signore del tempo e una testimonianza degli antichi abitatori.

Si conservano inoltre splendidi mobili lignei intagliati ed arazzi settecenteschi. All’esterno, addossato alla chiesa, il campanile piuttosto basso. Dai pressi della chiesa di San Giorgio si gode un panorama magnifico sulla Val di Gorto e la Valcalda.

 

Fotografia di Ulderica Da Pozzo

Con il supporto di:

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Comune Capofila Tolmezzo Fondazione Friuli ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia Camera di Commercio Pordenone - Udine Turismo FVG

Con il contributo di:

Eurotech Legnolandia PrimaCassa Carnia Industrial Park
Secab UTI della Carnia BIM Studio Deriu Slient Alps
Privacy Policy Cookie Policy Amministrazione Trasparente Credits P.IVA 01614080305